Perché è giusto manifestare per vita e famiglia

By Giovanna Valentini

ottobre 29, 2014 politica

familyC’era una volta un castello col suo re, la sua regina e una principessa da favola che dopo mille peripezie vivrà per tutta la vita felice e contenta col suo principe.

Forse oggi il modello “principe azzurro” non convince più come un tempo. Ma come ogni classico fiabesco che si rispetti – di quelli che si continuano ogni sera a raccontare ai bambini prima di andare a letto – ancora esiste l’idea che il miglior finale possibile di qualunque storia sia l’happy end tra il principe e la principessa.

Saremo anacronistici, antistorici, avversi ad ogni forma di modernità, dei veri e propri reazionari ma ci piace continuare a pensare che i nostri figli, e i figli dei nostri figli, e i figli dei figli dei nostri figli, quando saremo decrepiti o forse saremo estinti da un pezzo, crescendo avranno in mente quel finale. Difficile pensare che la Cenerentola di turno possa fidanzarsi con Cappuccetto Rosso, fare figli in provetta convinta di aver scelto come donatore Peter Pan (che naturalmente ancora non ha messo la testa a posto e non vuole assumersi la responsabilità della paternità), salvo poi scoprire che nella clinica in cui si è sottoposta a fecondazione eterologa hanno sbagliato provetta di sperma, confondendo gli spermatozoi di Peter Pan con quelli di Shreck.

Tra un film del genere, che sembra a metà tra il fantasy e l’horror, noi stiamo dalla parte del classico più antico che c’è. Perché pensiamo che ciò da cui veniamo, pur con tutti gli aggiornamenti software del caso, sia cosa buona e giusta, non tanto per noi che abbiamo già fatto il nostro tempo, quanto per le generazioni che verranno, per le quali vorremmo ancora che il rispetto della vita e della famiglia in grado di generarla rappresenti un valore fondante della propria identità.

Noi abbiamo il coraggio di queste poche ma orgogliose idee. E il 15 novembre saremo in piazza a Roma per difenderle.

Latest Comments
  1. spago
  2. adriano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *