Corse Clandestine. Ippodromo San Walter Giuliano /3

corsa_clandestina19Ieri sera, nonostante un forte vento che dal mare soffiava sulla pista, l’Ippodromo di San Walter Giuliano ha ospitato una delle ultime corse clandestine di preparazione al Grand Prix d’Europa. Nel prestigioso impianto, da sempre il preferito da Fan Idòle, le sorprese sono arrivate soprattutto dalle retrovie dove i cronometristi hanno registrato qualche importante scostamento.

La gara inizia subito molto nervosa, con Igor Brick e Fan Idòle che rapidamente si staccano dal gruppo e fanno il vuoto alle loro spalle. Non c’è davvero partita: i due cavalli hanno oggettivamente un altro passo e il pubblico che li segue sugli spalti se ne accorge da subito. Alla fine la spunta ancora Fan Idòle, magistralmente condotto da Fan Faròn, che taglia il traguardo in 34″ netti: tempo ottimo anche se in leggero calo rispetto all’ultima corsa su questo tracciato. Con 8 lunghezze di distacco arriva Igor Brick (26″) che continua a migliorare le sue prestazioni a San Walter Giuliano ma non sembra in grado, fino ad oggi, di piazzare la zampata vincente.

Particolarmente in difficoltà sono i cavalli che partono da destra, che soffrono della disaffezione dei loro tifosi e dello scarso entusiasmo che circonda le scuderie di appartenenza. Varenne arriva sul traguardo quasi doppiato da Fan Idòle: chiude in 17,5” in calo rispetto a qualche giorno fa e con notevoli problemi di tenuta atletica. Gli analisti sostengono come che nel lungo periodo l’assenza del fantino Burlesque si faccia sentire e nonostante i giorni di riposo a Château de Boscòn, nelle poche apparizioni che ha sin qui concesso, l’istrionico brianzolo non sembra aver più lo smalto dei tempi andati.

Malino anche Ipson de Scipiòn, che quando corre al Nord soffre la distanza dall’amata Sicilia: chiude in 4,5”e anche se non va mai sotto la soglia limite dei 4” si dimostra meno brillante del previsto.

La quarta piazza è quindi appannaggio del nordico Groom de Bootz che chiude il miglio in 6″ netti, miglior tempo di sempre su questo circuito. Dalle retrovie spunta un redivivo General de Etomatopoulòs che per la prima volta si avvicina a quota 4″ e chiude la sua corsa in 3,8”: se il suo trend positivo dovesse continuare non è affatto impossibile vederlo qualificarsi, un po’ a sorpresa, al prossimo GP d’Europa. Fermo a 3,5” c’è Frerès Tricolòr mentre l’improbabile fantino belga alla guida del meticcio Petit Jean/Ipson de Boccon consegna alla storia un’altra pessima prestazione: 1,9″ per lui e la sensazione, amara, che farebbe meglio a darsi al curling.

Piccola nota di colore: dei 100.000 posti a sedere solo 60.000 risultavano occupati.

Latest Comments
    • verdericcio
    • JIMI
      • Uesugi
      • Mirko
      • Aries
        • mune
      • Ciccio
      • Brick
    • Allibratore
    • Allibratore
    • Stefano
    • Bernardino Visconti
    • leox
  1. Fafiuchè
  2. Filippo
  3. zorro
  4. Massimiliano Adamo
    • Stefano
      • Marianna
        • Anonimo
      • Massimiliano Adamo
  5. Gino Gini
    • Claudio
    • Catone
    • Anonimo
  6. Brick Block
  7. frank
  8. frank
    • zorro
  9. sofigio
    • massi
    • Freddie
      • Lucia
      • Uesugi
  10. luciano mayer
  11. Giovanni
  12. Giacomo
  13. Bearjack
    • Uesugi
  14. Ribot
  15. Massimiliano
  16. Yellow For Life
  17. gegimmm
    • Uesugi
    • Val Eron
    • frank
  18. Antonio
  19. alby
  20. eleatico
  21. dr. Piergiorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *