Corse Clandestine. Ippodromo di Lugano

corsa_clandestina13Bizzarra corsa clandestina quella che si è disputata questo pomeriggio. Su ordine della Federazione Italiana Ippica tutti i cavalli e i loro fantini sono stati trasportati all’Ippodromo di Lugano, in Svizzera, e costretti a correre in Canton Ticino per fuggire alle machiavelliche leggi italiane che vieterebbero gare ufficiali in questo periodo.

Siccome gli amici svizzeri sono più pratici con la cioccolata che con i numeri, i risultati sono stati poi trasmessi al direttore dell’Ippodromo di San Nicola che, dall’alto del suo prestigio, ha certificato la validità del rilevamento effettuato.

Ma bando alle ciance – come dicono a Bellinzona – e via con la cronaca. Nonostante il circuito inusuale, l’esito è quello previsto da larga parte degli allibratori. Vince Fan Idòle in 32″ netti che, condotto magistralmente dal sempre loquace Fan Faròn, rintuzza gli attacchi del bizzoso Igor Brick. Il cavallo pentastellato, nonostante la presenza televisiva del suo fantino al prestigioso approfondimento serale “Stalla a Stalla”, si ferma a 26″. Piccola sorpresa per Varenne: anche se lo storico fantino Burlesque rimane rintanato a Château de Boscòn, questa volta dà segni di inattesa vitalità. Corre bene anche l’ultimo giro e riesce a chiudere in 19,5”: è un tempo molto lontano da quelli dei tempi d’oro ma uno dei migliori risultati di stagione.

Bella e avvincente la gara per il quarto posto. Anche se la Svizzera è territorio storicamente amico del nordico Groom de Bootz, a spuntarla è il governativo Ipson de Scipiòn. Con 5,5” brucia al fotofinish il rivale in paraocchi verdi, distanziato di un solo secondo e deciso a dare battaglia già dalla prossima manche di avvicinamento al Grand Prix d’Europa.

Frerès Tricolor e General de Etomatopoulòs arrivano appaiati a 4” e rosicchiano qualche sacco di biada ai migliori. Si tratta di un risultato molto importante perché nelle precedenti corse entrambi erano finiti spesso sotto la fatidica soglia dei 4″. Chi proprio non riesce ad ingranare è il fantino belga della scuderia Petit Jean-Ipson de Boccòn: 2,5″ per lui e nessuna possibilità di arrivare a vincere qualche sacco di biada. L’improbabile esponente del Benelux ha comunque affermato: “Potevo rimanere offeso”.

Latest Comments
  1. Beau
  2. Pietro
    • Andrea
      • Pietro
  3. max
    • willy
  4. Francesco
    • Lamp
      • Mario
    • Enrico
    • dgero83
      • luca
        • K
          • luca
        • amaremosso
      • maremosso
    • Anonimo
  5. tipping point
  6. cesare azzetti
  7. Doriano Risaliti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *