Corse Clandestine. Ippodromo de L’Oreal /2

corsa_clandestina8A una settimana di distanza dall’ultima corsa clandestina, le maggiori scuderie nazionali tornano all’Ippodromo de L’Oreal per testare le performance dei loro cavalli in vista del Grand Prix d’Europa del 25 maggio. Dopo le ultime gare della scorsa settimana, gli occhi degli spettatori (e soprattutto quelli degli allibratori) sono tutti puntati sui due purosangue di testa. Igor Brick è segnalato come in grande forma, mentre il fantino fiorentino Fan Faròn non sembra più riuscire a spingere Fan Idòle verso i tempi di inizio stagione. Ma una settimana fa, sempre all’Ippodromo de L’Oreal, Fan Idòle ha distanziato il rivale di ben dieci lunghezze. E oggi i suoi sostenitori sperano di vederlo ripetere una prova simile.

Fan Faròn spinge subito forte, usando il frustino senza remore. Dopo un giro di pista, però, la sua andatura si fa incerta. E Igor Brick prova ad approfittarne. Alla fine la spunta il puledro di razza Schulz, che chiude in 32″ (2 secondi peggio rispetto all’ultima corsa dell’Oreal), con un buon margine di distacco sul cavallo pentastellato, che invece guadagna mezza lunghezza e termina in 24,5″. Perde qualcosa, rispetto alla scorsa settimana, anche Varenne – sempre alle prese con la latitanza di Burlesque a Château de Boscòn, convinto di essere perseguitato dai giudici di gara – che arriva sul traguardo in 18″ perdendo un’altra lunghezza ma non la terza posizione.

Alle spalle dei soliti tre, la corsa si fa interessante. Quarto, con un sorpasso all’ultima curva, si piazza il nordico Groom de Bootz che chiude in 6″ (mezza lunghezza meglio della scorsa settimana) e riesce a mettere il muso davanti a Ipson de Scipiòn, che con 5,5″ perde una lunghezza ma riesce comunque a superare l’ostacolo di sbarramento, vero e proprio incubo delle scuderie.

Alla distribuzione dei sacchi di biada messi in palio a Bruxelles e Strasburgo partecipa anche, a sorpresa, Frerès Tricolòr, che piazza un sorprendente 4″ proprio al fotofinish, soffiando da Generàl Ematopulòs tutti i sacchi di biada già annusati dal cavallo greco, che invece perde una lunghezza e si ferma a 3″. Ultimo e sconsolato, il meticcio allevato dalla scuderia Petit Jean-Ipson de la Boccòn. Con una lunghezza in meno rispetto all’ultima gara, il cavallo guidato da un improbabile fantino belga chiude in 1,5″. 

Latest Comments
  1. Davide Mazza
    • Nuccio
    • Max
    • MARCO ORSO Giannini
      • Anonimo
      • Anonimo
      • Pippo Tusso
  2. Andrea Mancia
  3. scipione
  4. Andrea
    • Beau
  5. Yellow For Life
    • Davide Mazza
    • Andrea Mancia
  6. Brick Block
    • Anonimo
  7. Riccardo
  8. apuo
    • Davide Mazza
    • Andrea Mancia
  9. Gianni
  10. massimiliano
    • ubu
  11. Marianna
  12. Yellow For Life
    • Iodavvero
    • Giampi
    • ubu
      • Brick Lane
    • turiddu
  13. amma
  14. nicodemo
    • ubu
  15. siusso57
  16. maurizio
  17. Gianni
    • ubu
      • Gianni
  18. Leonardo
    • davidemazza
      • Andrea Mancia
    • Andrea Mancia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *