Ricordare Marco Biagi

By Simone Bressan

marzo 19, 2014 politica

Non è mai banale ricordare. E non è mai banale ricordare una persona straordinaria come Marco Biagi. E’ utile rileggere oggi la lucidità con cui affrontava il tema della conservazione e dell’innovazione, quello delle riforme in chiave europea, la necessaria semplificazione delle regole, il suo riformismo mite e al tempo stesso coinvolgente, la sua indubbia capacità di generare passione pur senza essere ideologico o populista.

Marco Biagi è stato la buona politica. Quella di cui ci sarebbe così tanto bisogno oggi, in un tempo troppo arido perché crescano buone idee e troppo banale per apprezzare uomini eccezionali. Biagi era uno di quelli capace di segnare un’epoca, dal punto di vista tecnico e da quello politico: tanti dopo la sua morte hanno riscoperto la passione per l’impegno pubblico, la vocazione a dare un contributo per un futuro migliore, lontano dalla cinica tattica quotidiana e cercando di volare alto. Le Brigate Rosse pensarono di poter uccidere Marco Biagi e di cancellare con lui una visione moderna di società. Dodici anni dopo possiamo dire con certezza che hanno fallito. Ma perché non accada mai più, perché la guardia rimanga sempre alta, perché il pensiero di Biagi continui a vivere e crescere sempre più forte, oggi è necessario ricordare.

Round-up:

Marco Biagi e la sua idea di società aperta – Maurizio Sacconi, Corriere della Sera

Intervista a Michele Tiraboschi – Antonio Signorini, Il Giornale

Il mio ricordo di Marco Biagi –  Alessandra Servidori, Formiche

In ricordo di un moderno eroe borghese – Giuliano Cazzola, Formiche

Marco Biagi: dignità del lavoro il primo riscatto – Alberto Orioli, Il Sole 24 Ore

Il professore che realizzò i suoi due sogni – Deborah Dirani, Il Sole 24 Ore

Marco Biagi, cronaca di una morte annunciata – Mix24, Radio 24 Ore

Marco Biagi e la garanzia che può aiutare i giovani – Giancamillo Palmerini, Il Sussidiario

Ho perso un amico, ho trovato un maestro – Giuliano Cazzola, Il Sussidiario

Un punto di riferimento culturale – Raffaele Bonanni, CISL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *