Sondaggio Datamedia: cresce il M5S

By Redazione

ottobre 1, 2013 sondaggi

È passata da poco l’ora di pranzo quando il governo incassa la fiducia: Enrico Letta per ora è salvo. Ma la crisi degli ultimi giorni ha indebolito i partiti maggiori. L’andamento è speculare. Lo scontro tra falchi e colombe da una parte e le divisioni, in vista del congresso, nello schieramento democratico hanno dato vigore alla spinta antipolitica del Movimento Cinque Stelle. Il partito di Beppe Grillo sale nel sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche, per il quotidiano Il Tempo. La scorsa settimana avevamo lasciato il M5S a quota 18,5%, oggi lo ritroviamo più forte al 20,5% (+2%).

Intanto, alla Camera dei Deputati arriva la richiesta di formare un nuovo gruppo da parte di 12 deputati, a prima firma Fabrizio Cicchitto. Scende il Pdl-Forza Italia. Le minacce di scissione, i ripensamenti di Silvio Berlusconi, i dissidenti che guardano al centro, gli arroccati intorno alla figura del cavaliere non fanno bene al partito che perde 1,2 punti percentuali, stabilendosi al 25,8%. Resta immutata la posizione della Lega Nord al 4,1%, come La Destra di Francesco Storace replica l’1% della scorsa settimana. Guadagnano un decimo Fratelli d’Italia e partiti minori: la prima formazione politica passa dal 2,1% al 2,2%, i secondi dallo 0,4% di sette giorni fa vanno a quota 0,5%.

La coalizione di centrodestra, nel suo complesso, fa registrare il 33,6% dei consensi in flessione di un punto percentuale rispetto ai dati (34,6%) del 26 settembre. Una flessione della stessa intensità arriva anche dal centrosinistra che passa dal 33,2% al 32,2% (-1%). All’interno della coalizione progressista, troviamo un partito democratico che cede quasi un punto, lo zero virgola nove per essere esatti. E dal 28% scende al 27,1%. Cresce di un decimo il partito di Nichi Vendola: Sel passa dal 4,2% al 4,3%. I partiti minori di sinistra perdono lo 0,2% e si fermano allo 0,8%.

Lascia per strada qualcosa anche Scelta Civica con Monti. Il partito centrista dal 4,9% della scorsa settimana retrocede al 4,8% calando dello 0,1%.

 

Infografica -nazionale1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *