Sondaggio Datamedia: testa a testa tra le coalizioni

By Michele Di Lollo

settembre 27, 2013 politica sondaggi

Da New York il premier Enrico Letta annuncia che vuole vederci chiaro. Vuole capire se il governo ha ancora i numeri per andare avanti oppure se sia il caso di tornare al voto. Se quest’ultima dovesse essere la strada che percorrerà il nostro paese è doveroso fare due conti. Stando a quanto riporta il sondaggio di Datamedia Ricerche, realizzato per il quotidiano Il Tempo, le due coalizioni maggiori sono praticamente appaiate. Segue con un po’ di distacco il Movimento Cinque Stelle, poi gli altri partiti.

Il centrodestra fa registrare il 34,6% dei consensi. Pdl-Forza Italia (27%) guida le forze politiche che compongono la coalizione, guadagnando 5 punti rispetto ai risultati riportati alle politiche dello scorso febbraio. Anche La Destra di Francesco Storace (1%) mostra buona salute se si comparano le sue percentuali con lo 0,6% fatto siglare alle ultime elezioni.La Lega Nord raggiunge il 4,1%, mentre Fratelli d’Italia il 2,1%. I partiti minori si fermano allo 0,4%.

In totale, la compagine “berlusconiana” raggiunge il 34,6% con un vantaggio dell’1,4% rispetto a un centrosinistra (33,2%) in crescita, trainato dal risultato del Pd al 28%. I democratici migliorano i risultati dell’ultima tornata elettorale del 3,5%. Trend positivo anche per Sinistra Ecologia Libertà, che sale dal 3,2% delle elezioni politiche al 4,2%. L’uomo della furia grillina, Beppe Grillo, al contrario ripiega verso posizioni decisamente più modeste sempre rispetto a quanto fatto registrare in febbraio. È un vero e proprio crollo. Il Movimento Cinque Stelle perde quasi sette punti e si arresta al 18,5%.

Il sondaggio analizza poi la fiducia che gli italiani ripongono nel Presidente del Consiglio e nel suo esecutivo. Il  46% dei cittadini crede nell’operato di Enrico Letta, preferendolo ai membri che compongono il governo. Le percentuali stabiliscono infatti che, nel suo complesso, l’esecutivo convince solo il 35% degli elettori. Se si vanno poi ad osservare le valutazioni dei singoli ministri, notiamo tra i preferiti il ministro degli Esteri Emma Bonino e il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri (54%). Seguono Maurizio Lupi (45%), Angelino Alfano e Graziano del Rio, Dario Franceschini (40%), Enrico Giovannini (36%), Cécile Kyenge (35%), Gaetano Quagliariello (33%), Nunzia De Girolamo (32%), Fabrizio Saccomanni e Flavio Zanonato al 28%. Chiude la lista, ultima da sola, Beatrice Lorenzin con il 23% delle preferenze.

L’ultimo dato analizzato riguarda la fiducia nei leader, presi singolarmente, staccati dal loro partito di provenienza. In solitudine al comando troviamo Matteo Renzi con il 48% dei consensi. Secondo, a 28 lunghezze di distanza, Silvio Berlusconi (23%). Terzo Angelino Alfano (20%). Seguono Nichi Vendola (19%), Beppe Grillo (18%), Guglielmo Epifani (17%) e Mario Monti (15%).

datamedia_27-09

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *