Ippodromo di San Walter Giuliano

By Redazione

febbraio 13, 2013 CORSA CLANDESTINA

Un Fan Idole in forma straordinaria si aggiudica il Grand Prix della Rimonta corso ieri sera all’Ippodromo di San Walter Giuliano. Davanti a 2000 spettatori il cavallo guidato da Pier le Smacchiateur ha trainato i destrieri della scuderia Bien Comun ad un’affermazione abbastanza netta e con i suoi 29.5 secondi ha dato la spinta decisiva per portare a casa la medaglia d’oro. Dietro di lui trotta agile Gebrazac che chiude in 4 secondi e si dimostra validissimo alleato di gara. Con 0.5 secondi complessivi vanno a referto anche Centrale Democratique e Fan de le Garofan.

Il tempo totale di 34 secondi netti è utile a staccare la scuderia Maison Liberté di ben 7 lunghezze. Varenne arretra e pare stanco: corre il miglio in 18.5 secondi e con un nordico Groom de Bootz a 5.3 secondi, lontanissimo dai suoi massimi in carriera, sembra concedere fin dai primi giri la vittoria ai rivali. Poco possono il destrorso Hirosaka, il trio di fantini di Freres Tricolor e altri cavalli che partono dalle corsie destre del tracciato.

In mezzo svetta l’ottima forma di Ipson de Boccon che con 9.7 secondi si avvicina al suo massimo stagionale fatto registrare in altri ippodromi. Sempre in difficoltà Ipson de Tullien e il suo sconsolato Jean Franque, preceduti sul traguardo dal solido ma in discesa Ipson de Morman. Il cavallo scudocrociato porta a casa un tempo di 2.9 secondi. Poco per chi su questi tracciati sfiorava anche i 7 secondi.

Fuori dalle scuderie organizzate a farla da padrone è il cinque volte stellato Igor Brick. 18,9 secondi gli valgono il podio e una consistente pattuglia di fantini da mandare agli Stati Generali dell’Ippica a Roma. Appena sopra il tempo utile per qualificarsi il guatemalteco Galopin du Zacapa che con 4 secondi tondi ormai balla sul filo del rasoio di una clamorosa retrocessione.

Dietro di loro nessuno fa tempi registrabili da questi cronometristi, anche se Non aux Declin e il fantino Petit Jean si confermano molto forti in alcune corse regionali, Lombardia e Veneto soprattutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *