La destra fischietta‏

By Redazione

ottobre 14, 2012 politica

Largo ai giovani. Ma solo nel Pd. Walter Veltroni annuncia che non ha intenzione di ricandidarsi alla Camera alle prossime elezioni politiche. E spiega che «rinunciare a fare il parlamentare non vuol dire rinunciare a fare politica. Continuerò a fare politica, ad impegnarmi in quello a cui sempre creduto, cioè l’impegno civile, la battaglia di valori sulla legalità».

L’Africa è avvisata, la mafia pure. Al di là della scelta personale l’annuncio scuote il partito democratico. Mette in difficoltà Massimo D’Alema che pure qualche mese fa aveva fatto balenare l’idea di un ritiro ma che sotto gli attacchi rottamatori di Matteo Renzi sembra aver cambiato idea. A ruota dopo la dichiarazione di Veltroni almeno due grandi vecchi del Pd annunciano che ne seguiranno le orme: sono Pierluigi Castagnetti e Gerardo D’Ambrosio. C’è da immaginare che molti altri seguiranno.

E Matteo Renzi potrà in parte rivendicare la vittoria della sua battaglia rottamatrice. E a destra? Da Via dell’Umiltà, ma anche dalle sedi dell’Udc e di Fli tutto tace, come se niente fosse. Vuol dire che a rottamarli ci penseranno gli elettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *