Cinque riforme per l’Italia

By Redazione

settembre 17, 2012 politica

Un patto bipartisan: cinque riforme per l’Italia. Un’Agenda Italia oltre l’Agenda Europa di Bruxelles. Cinque grandi riforme destinate a risolvere le grandi questioni italiane (istituzioni, fisco, lavoro, autonomie e giustizia) da aggiungere nella prossima legislatura al piano di risanamento economico e finanziario richiesto dall’Europa.

È questa la proposta che L’Opinione lancia agli esponenti politici di cultura liberale del centro destra, del centro sinistra e delle forze intermedie in occasione dibattito, che si terrà il 22 settembre all’Hotel Fiordigli, Fonte Cerreto di Assergi (L’Aquila). 

Il convegno, con inizio alle ore 10, si articolerà in due sessioni. Al mattino una tavola rotonda, introdotta dal direttore de L’Opinione, Arturo Diaconale, con la proposta dell’Agenda Italia, a cui parteciperanno Antonio Martino, Giancarlo Galan, Enrico Morando, Giuseppe Moles, Deborah Bergamini, Franco Debenedetti, Guido Crosetto, Marco Taradash e Roberto Cassinelli

Nel pomeriggio, Arturo Diaconale e il gruppo degli Amici de L’Opinione annunceranno la nascita di un Movimento d’Opinione destinato a svolgere una funzione di stimolo e di sollecitazione nei confronti delle diverse forze politiche decise a sostenere la necessità inderogabile delle cinque grandi riforme necessarie al paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *