Calma piatta e la sinistra non decolla

By Redazione

luglio 6, 2012 politica

Calma piatta questa settimana sul fronte delle intenzioni di voto dei partiti. Sostanzialmente invariato – secondo il sondaggio settimanale Spincon.it,  il centrodestra (Pdl, Lega Nord, La Destra, Grande Sud e Fiamma Tricolore) che resta debolissimo attorno al 29.3% (-0.1% rispetto all’ultima rilevazione). Perde due decimi di punto anche il centrosinistra (Pd, Idv, Sel, Partito Socialista, Verdi) e passa dal 38.4% al 38.2%. Si conferma il vero “terzo polo” il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo che riprende la sua corsa e dopo una leve flessione guadagna lo 0,4% e sale al 16,4%. Calano anche i centristi (Udc, Fli, Api e Mpa) che non riescono ad andare oltre il 9% (in calo dello 0,2%).

Passando ai singoli partiti continuiamo ad osservare la difficoltà ormai strutturale del Popolo della Libertà che perde per strada un ulteriore 0,1% e si ferma al 17,3%. Tornano a crescere la Lega Nord (piccolo effetto Maroni?) che passa dal 6,7% al 6,9% e La Destra di Francesco Storace che registra un confortante 4,5%. Completano il quadro del centrodestra Grande Sud allo 0.3% (-0.2%) e Fiamma Tricolore allo 0.3% (-0.1%).

Nel centrosinistra si conferma primo partito su base nazionale il Pd, che guadagna lo 0,2% rispetto ad una settimana fa e si attesta al 25,7% dei consensi. Crescita anche per l’Italia dei Valori che passa dal 4,2% al 4,6% mentre arretrano leggermente Sinistra e Libertà (dal 6,1% al 5,7%), il Partito Socialista (dallo 0,8% al 0,6%) e i Verdi (dall’1,8% al 1,6%).

L’aggregazione centrista è trainata sempre dall’Udc di Pierferdinando Casini che registra lo 0,1% di crescita e arriva al 6,1%. Dietro, e sempre in affanno, ci sono Futuro e Libertà (stabile al 2,3%), l’Alleanza per l’Italia di Francesco Rutelli (0.3%) e il Movimento per le Autonomie (0.3%).

Fuori dalle coalizioni, oltre al già citato Movimento Cinque Stelle, vanno registrate le performance dei Radicali, stabili al 2,8%, della Federazione di Sinistra che passa dal 2,2% al 2,3% e della novità rappresentata dal Partito dei Pirati (1,2%). Per tutti, nonostante alcuni decimali di crescita negli ultimi giorni, pare lontana la soglia vitale del 4% e, quindi, una possibilità di ingresso in Parlamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *