Sondaggi: le medie di NotaPolitica

By Redazione

luglio 1, 2012 politica

Questa settimana le medie di Notapolitica rivelano in generale un calo tra le forze di sinistra, mentre il Movimento Cinque Stelle conferma l’andamento negativo già segnalato sette giorni fa. 

Ecco le notizie più importanti. Il centrodestra (25,2%) frena la sua discesa grazie soprattutto a una buona prova del Pdl. Il partito di Angelino Alfano cresce dello 0,5% e si attesta al 17,5%. La Lega Nord (4,6%) perde terreno, per l’esattezza lo 0,6%. Guadagna appena un decimo La Destra di Storace (2,4%).

A sinistra non si sta meglio. I numeri sono chiaramente dalla loro parte, il Pd al 25,1% potrebbe andare a vincere da solo, se si votasse domani, anche se le forze di destra si presentassero alle urne unite come nel 2008. Tuttavia, l’intera coalizione progressista perde nell’ultima settimana l’1,3 per cento e scende al 41,5%. Il calo è da attribuire in larga parte a una flessione dei partiti minori (-1,5%), ma è anche vero che nessun altro esce dalle ultime rilevazioni con segno positivo. Il Pd perde lo 0,1%, l’Idv (-0,2%) si stabilizza al 6,3% e Sel (5,9%) cala di ben cinque decimi. L’unica formazione che non subisce cambiamenti è la Federazione delle sinistre (2,7%).

Il Terzo Polo (10,6%) cresce anche se di solo due decimi. I dati relativi ai partiti cambiano poco o nulla. Fli perde lo 0,2% esattamente quanto riesce a guadagnare l’Udc. Fini e i suoi si fermano al 2,7%, mentre Casini sfiora il sette per cento, sei virgola nove. Cresce di due decimi anche Api (0,6%) e Mpa si conferma allo 0,4.

L’onda anomala dei grillini sembra essersi esaurita. L’M5S (-0,2%) perde ancora consensi e scende al 18,3%. Lascia qualcosa per strada anche la Lista Bonino Pannella (-0,1%) che si attesta all’1,8%. Insieme questi partiti raggiungono il 20,1%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *