Aspiranti leader cercansi/2

By Redazione

giugno 14, 2012 politica

Pubblichiamo la seconda puntata dello speciale dedicato ai movimenti e ai giovani del Pdl. Un percorso che disegnerà la mappa del potere e la ricerca del nuovo all’interno del centrodestra italiano.  La ricerca dei potenziali nuovi leader di centrodestra non delude neppure nelle regioni del Centro. Cambiata la latitudine quello che non si modifica è la passione di tanti amministratori locali under 40, indipendentemente dal partito in cui militano.

È in prima fila tra i Formattatori insieme al sindaco di Pavia Cattaneo, Andrea Di Sorte, assessore a Bolsena, coordinatore dei Club della Libertà e presidente Anci Giovane. Se questi tre incarichi non bastassero a descrivere il 29enne, il numero di sostenitori che è riuscito a raccogliere intorno al progetto di formattazione fa il resto. Tra gli altri ha aderito il 35enne assessore all’Immigrazione di Prato, Giorgio Silli. Capello impeccabile e cravatta perenne, eccezion fatta per il santino elettorale, l’esponente toscano è anche un papista convinto.

Nella stessa regione di Silli ci sono altri due 36enni del Pdl a farla da padroni: Francesco Torselli, consigliere comunale di Firenze e Giovanni Donzelli, consigliere regionale e portavoce dei giovani berlusconiani. Qualche chilometro più a est, nelle Marche, c’è il 31enne consigliere regionale Mirco Carloni che annovera nel curriculum politico anche l’esperienza fatta come vice sindaco di Fano.

In Abruzzo ci sono altri due coetanei alla ribalta, entrambi classe 1975. Paolo Gatti è assessore regionale al lavoro e ha declinato in italiano lo slogan vincente di Nicolas Sarkozy nel 2007: «Insieme tutto diventa possibile». Insieme a lui lavora il consigliere regionale Lorenzo Sospiri che in un eccesso di ubris si autodefinisce «giovane promessa mantenuta per la politica abruzzese». Non mancano le ragazze, come la consigliera comunale del Pdl a Teramo Alessia De Paulis, classe 78, che è in campo dal 2000 si interessa di tematiche femminili.

Come è facile immaginare le forze vive a Roma si moltiplicano, in prossimità delle sedi centrali dei partiti. Ecco quindi che il Pdl schiera molti dei suoi elementi principali under 40 proprio nella Capitale. Da Alessandro Colorio, 32enne ingegnere e coordinatore regionale dei giovani azzurri, alla pasionaria consigliera laziale Chiara Colosimo, organizzatrice della manifestazione estiva di Atreju. Attivissimi anche Francesco De Micheli classe 1983 con un curriculum politico che risale ai tempi della scuola e il 32enne Luca Gramazio, capogruppo Pdl a Roma. Sono davvero tante le forze nei partiti, pronte a soffiare il ruolo ai loro mentori politici.

A Roma hanno trovato spazio anche Lucio Scudiero e Piercamillo Falasca, promotori dell’iniziativa Zero+ per costruire un nuovo soggetto riformatore. Insieme a loro ci sono tante vecchie conoscenze dell’associazione di Benedetto Della Vedova, Libertiamo, accomunate dal fattore anagrafico che le colloca ancora tra i promettenti under 40.

Tra i trentenni centristi c’è Michele Gerace dell’Udc, già responsabile dei giovani di Casini e ora proiettato sull’appuntamento elettorale del 2013 a Roma. Il coordinamento nazionale dei mini Udc è passato al 29enne Gianpiero Zinzi, avvocato e responsabile del partito in Campania con Ciriaco De Mita. Insieme a Zinzi e Gerace lavora Virgilio Falco, 23enne responsabile dell’organizzazione studentesca e universitaria centrista.

Sempre a Roma c’è il nucleo dei ragazzi di Fare Italia. I sostenitori di Adolfo Urso sono guidati da Giovanni Basini 25enne laureando in legge alla Sapienza che si confronta con il suo collega milanese Gabriele Guida. Per tutti la prospettiva è rivolta ai prossimi mesi, quando potranno mettersi in gioco per dimostrare quanto valgono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *