La grande fuga dal Pdl

By Redazione

maggio 30, 2012 politica

Negli ultimi mesi tutti i sondaggi danno il Pdl in caduta libera. Il partito fondato da Silvio Berlusconi ha praticamente dimezzato i propri consensi nel paese dal 2008 ad oggi. Spincon.it ha condotto un’analisi per capire dove siano già scappati o meglio dove scapperebbero se fossero chiamati a votare oggi gli elettori del Popolo della Libertà. A fronte di qualche nuovo acquisto (pochi, per la verità), meno della metà degli elettori che avevano scelto il Pdl alle elezioni europee del 2009 oggi sceglierebbero di confermare il proprio voto.

Per la precisione soltanto il 40,4% di loro tornerebbe a votare per il partito fondato da Silvio Berlusconi e guidato da Angelino Alfano. Molti dei delusi e degli arrabbiati – quasi il 30% del vecchio patrimonio elettorale del 2009 – si rifugiano al momento nell’area del “non voto” (15,5%) o degli “indecisi” (12,7%). Ma c’è un’altra fetta di ex elettori Pdl che oggi sceglierebbe un’altra bandiera. Il 2% voterebbe Lega Nord, malgrado gli scandali e forse un po’ in omaggio all’opposizione che il Carroccio per quanto malandato sta combattendo contro il governo di Mario Monti, davvero poco apprezzato dagli elettori di centrodestra. 

Il 2,4% degli elettori in fuga dal Pdl, seguirebbe il presidente della Camera Gianfranco Fini e voterebbe Fli. Una buona percentuali di arrabbiati (6,5%) di affiderebbe alla Destra di Francesco Storace. Ma la porzione più sostanziosa (ben il 13,1%) sceglierebbe la protesta di Beppe Grillo e il suo Movimento 5 Stelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *