Verospread: i nonni del calcio

By Redazione

febbraio 3, 2012 Cultura

Se pensi all’italiano medio, pensi per prima cosa al calcio. Semplificazione, stereotipo e pregiudizio. Forse sì. Però a ben guardare c’è qualcosa nel mondo del calcio che un po’ ci somiglia.

Il numero di vero spread che diamo oggi è 27,54. È la media d’età dei nostri calciatori di serie A. In Europa, l’età media dei calciatori della massima serie di campionato è di 25,82 anni.

Statistiche, studi e classifiche ci dicono che stiamo invecchiando. L’Italia invecchia perché gli italiani complessivamente invecchiano. Ebbene, secondo uno studio che ha preso in rassegna 125400 calciatori di serie A in 33 campionati nazionali europei, pare che il nostro campionato sia il più vecchio d’Europa. Siamo al secondo posto, immediatamente dopo ai giocatori di Cipro.

Un vero peccato che le nostre squadre nazionali non siano più in grado di allenare promettenti campioni da inserire nelle formazioni più importanti. Specialmente se pensiamo alla tradizione calcistica italica.

E in effetti è proprio sui giovanissimi che traspare tutta la nostra carenza, nei numeri che si riferiscono ai giocatori cosiddetti club-trained, ovvero quello tra i 15 e i 21 anni che hanno iniziato la carriera nelle formazioni giovanili e sono passati alla prima. In Europa la media dei giocatori club-trained è del 22,2%. In Italia precipita arriva d un misero 7,4%.

 Prima della classe, la Spagna che conta il 24,7% di giocatori club-trained. In Francia la cifra si attesta al 22,9% mentre in Inghilterra al 16,2%. E la Germania? Non brilla ma arriva comunque ad un buon 16%.

Questi numeri sono fumo negli occhi per tutti quelli che sostengono da tanto tempo che in Italia si stia puntando sempre meno ad ‘allevare’ bravi giocatori autoctoni, riempiendo le squadre di stranieri. Una curiosità: la squadra più vecchia d’Europa? Il Milan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *