Valducci: “Primarie per il premier”

By Redazione

gennaio 26, 2012 politica

Domenica il Pdl celebrerà le primarie a Frosinone. Una scelta voluta dal partito locale ma fortemente appoggiata dalla segreteria Alfano. Che ha delegato il vice-responsabile degli Enti locali del partito, Mario Valducci, di stendere un regolamento che valesse non solo per il capoluogo ciociaro, ma si applicasse a tutti gli organi monocratici di regioni, provincie e comuni.

“Il partito ha deciso di andare verso una direzione precisa”, spiega Valducci. Una strada che, pur escludendolo, almeno per il momento, potrebbe portare alle primarie anche come metodo di scelta del premier. “Lo dicono in molti – ammette l’onorevole azzurro – Io sarei favorevolissimo. Così come lo sarei, qualora non cambi il sistema elettorale, a fare le primarie per una graduatoria nella composizione delle liste alle politiche. Così come propone Civati nel Pd”. Un argomento tornato di recente d’attualità  ma sotterraneamente vivo e fecondo in molta parte del Popolo della Libertà.

Che sembra trovare una certa agibilità politica anche nell’inner circle di Angelino Alfano: “La mia è una posizione personale – spiega ancora Valducci – ma posso dirle che Alfano vuole far scegliere ai cittadini le candidature più importanti. E secondo me le candidature dei parlamentari lo sono”.

Un disegno politico di ampio respiro, che partirà dalla scelta del primo cittadino di Frosinone. Se lo si riuscirà a portare avanti con costanza, è tutto da vedere. “È un anno complicato – ammette il parlamentare pidiellino – ci saranno i congressi, bisognerà vedere cosa si riuscirà a realizzare. Ma l’idea è proprio quella di introdurle con metodo, e di far decidere i cittadini”. Con un meccanismo aperto. Una scelta voluta, “perché siamo convinti che pochi partecipino alla vita di un partito, ma molti siano interessati a partecipare alla scelta di chi dovrà fare il proprio sindaco e il proprio governatore”.

“Frosinone si sente gratificata dalla scelta del partito”, spiega Daniele Zaccheddu, consigliere uscente e punto di riferimento al Comune del giovanile del partito. “Ci stiamo mobilitando tutti, è come se fosse iniziata la campagna elettorale in anticipo”. Una grande responsabilità, quella piovuta sulle spalle degli azzurri della Ciociaria. Se ci dovesse essere qualche problema procedurale o una scarsa affluenza il progetto potrebbe morire nella culla. Zaccheddu è convinto che andrà tutto per il meglio, anche se certo, “sappiamo che la politica sta attraversando un momento difficile, nel quale i partiti hanno poco il polso del paese”. Ma a Frosinone sono convinti che proprio le primarie potranno servire a recuperare il rapporto con gli elettori.

D’altronde la possibilità di candidarsi è stata molto ampia. “Le riserve sono solo di natura eccezionale – spiega Valducci – Non si dovrà avere per forza la tessera del partito, i richiami allo Statuto non si riferiscono a questo. Certo, bisognerà considerare problematiche di natura giudiziaria o non si potrà essere membri di un altro partito”.

Nessuna concessione ad eventuali alleati di coalizione. “Siamo disponibili a rivedere alcuni passaggi del regolamento”, spiega Valducci, non a mettere in discussione se farle o meno.

“Nessun impegno di candidatura all’organo assembleare per gli sconfitti alle primarie – dice Valducci – Quello di mettersi a disposizione del partito per sostenere il candidato vincente però sì”. Per evitare quelle spaccature interne che, spiega Zaccheddu, “hanno causato tante delle sconfitte passate del partito”, sembra che invece a Frosinone le abbiano previste: “Abbiamo fatto sottoscrivere a tutti i partecipanti una accettazione di fatto per la candidatura”.  C’è qualcosa ancora da limare sulla condivisione delle regole, dunque. Non sulla meta a cui tendere: “Primarie assolutamente anche per il premier – dice convinto Zaccheddu -è importante in questo momento di crisi politica profonda coinvolgere la cittadinanza, farla diventare protagonista, e non più spettatore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *