Verospread: l’oro rosa

By Redazione

gennaio 24, 2012 politica

Ieri lo spread è sceso sotto i 420 punti. Noi però continuiamo a ‘dare i numeri’ di quello che abbiamo chiamato #verospread. Questa volta facciamo un breve cenno a quello che viene da un po’ di tempo definito ‘oro rosa’, ovvero la forza lavoro femminile.

Il primo numero di oggi è 46,7%. Si tratta del tasso di occupazione delle donne in Italia, secondo gli ultimi rilevamenti Eurostat. Sopra di noi, persino la Grecia, ad un colpo di tosse dalla bancarotta. Restiamo affezionati alla nostra posizione ben al di sotto della media europea, che si attesta al 58,2%.

Il secondo numero di oggi è 63,9%. Si tratta del tasso di occupazione delle donne senza figli in Italia tra i 25 e i 54 anni. Ancora una volta, al di sotto della media dell’Unione Europea, che invece è pari al 75,8%. In Germania la percentuale si alza all’81,8%. Potremmo consolarci pensando che Malta sta certamente peggio di noi. Sfortunatamente, però, c’è dell’altro.

Come se non bastasse, in Italia le donne continuano infatti a guadagnare circa 1/5 meno dei colleghi uomini, a parità di posizione occupata. Questo sebbene il numero delle laureate abbia ormai compiuto il sorpasso sul numero dei laureati maschi.

Charlotte Whitton, la prima donna a ricoprire la carica di sindaco in Canada, è conosciuta soprattutto per la sua famosa affermazione: “Le donne devono fare qualunque cosa due volte meglio degli uomini per essere giudicate brave la metà. Per fortuna non è difficile”. Se ne potrebbe discutere all’infinito, ci si può persino sorridere su, ma al di là di tutto bisognerebbe fare in modo che, sebbene non difficile, in futuro non sia più necessario.

Segui #verospread su Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *