Primarie Pdl: ecco il testo

By Redazione

gennaio 22, 2012 politica

Il tavolo delle regole del Popolo della Libertà ha approvato un regolamento che vincola il partito a selezionare i candidati agli organi monocratici degli Enti locali – dai presidenti regionali fino ai sindaci dei Comuni al di sopra dei 15.000 abitanti  – tramite elezioni primarie. Il regolamento, stilato dal senatore azzurro Mario Valducci, verrà applicato per la prima nelle elezioni comunale di Frosinone. La consultazione è prevista per il prossimo 29 gennaio.

 

 

Articolo 1

Elezioni primarie

Si vota alle primarie per la candidatura negli organismi monocratici dell’ente regionale e degli enti amministrativi locali fino ai Comuni con più di 15.000 abitanti.

Le primarie  si svolgono tra 180 e 60 giorni dalla data prevista per la consultazione elettorale.

Tutti i candidati alle elezioni primarie si impegnano in modo inderogabile a sostenere il candidato che otterrà il maggior numero di preferenze e a far parte della lista elettorale del candidato vincente o di una delle liste che lo sostengono secondo le direttive del partito.

Il coordinamento del partito territorialmente competente (il coordinamento nazionale per il Presidente di regione; il coordinamento regionale per gli enti amministrativi fino a Comuni capoluogo di Provincia; il coordinamento provinciale per i sindaci delle altre città) con l’autorizzazione del Segretario Nazionale, indice le primarie  e nomina il comitato organizzatore territoriale di cui al successivo articolo 4.

  

Articolo 2

Elettorato attivo

Hanno diritto di voto tutti gli iscritti alle liste elettorali dell’ente di riferimento .

Per esercitare il diritto di voto i Cittadini non iscritti al Popolo della Libertà devono registrarsi all’albo dei registrati del partito sono  tenuti a versare un contributo di € 3; mentre per gli iscritti al partito il contributo è di € 1.

Viene istituito l’albo dei registrati a cui ogni cittadino non iscritto al partito  aderisce sottoscrivendo la Carta dei Valori del Popolo della Libertà.

Un apposito regolamento disciplinerà le modalità di registrazione, di tenuta dell’Albo, di pubblicità dell’elenco dei registrati e di incasso delle somme stabilite.

 

Articolo 3

Elettorato passivo

La candidatura è aperta a tutti. La Commissione di Garanzia prevista all’articolo 5 dello statuto del partito è competente a decidere l’eventuale inammissibilità del candidato.

Possono essere candidati alla carica di sindaco o presidente di ente territoriale tutti coloro che posseggono i requisiti di legge che li rendano eleggibili a tale carica; che si impegnino a rispettare il presente regolamento; che abbiano sottoscritto la carta dei valori. Per le incompatibilità dei coordinatori si rimanda all’articolo 4 del regolamento sulle incompatibilità.

La candidatura deve essere presentata al Comitato Nazionale per le Primarie, di cui al successivo articolo 5, entro 30 giorni dalla data prevista per le votazioni delle Primarie. Il Comitato Nazionale ha 7 giorni per concedere, anche  tramite silenzio assenso, l’autorizzazione delle candidature, 7 giorni per raccogliere le sottoscrizioni previste e 15 giorni per la campagna elettorale. Le candidature devono  essere sostenute da un numero di firme pari al 50% delle sottoscrizioni necessarie alla presentazione delle liste previste dalla legge per l’incarico di competenza. Le sottoscrizioni si ritengono valide se raccolte con una fotocopia del documento di identità valido dei sottoscrittori. Ogni sottoscrittore deve essere iscritto alle liste elettorali del territorio e non può sottoscrivere più di una candidatura.

I candidati al secondo mandato non hanno obbligo di presentare raccolta firme per concorrere alle elezioni primarie.

Gli Organismi Territoriali competenti possono chiedere al Segretario Nazionale la possibilità di non procedere alle primarie qualora vi sia una convergenza su un candidato di almeno i ¾ dei votanti a scrutinio segreto degli organismi preposti alle candidature dallo Statuto del partito .

 

Articolo 4

Comitato organizzatore e di garanzia

 

Il comitato organizzatore è presieduto dal Coordinatore Regionale e dal Vicario per il Presidente della Regione e dal Coordinatore Provinciale e dal Vicario per gli altri enti amministrativi. E’ composto da altri 3 membri nominati dai coordinatori regionali d’intesa con il Segretario Nazionale  e dai coordinatori provinciali d’intesa con i regionali più un rappresentante per ognuno dei candidati.

Le decisioni sono prese a maggioranza qualificata dei 2/3 dei componenti. In caso di disaccordo decide il Comitato Nazionale per le primarie di cui al successivo articolo.

Compiti del comitato:

a)    Decide almeno 15 giorni prima del voto i luoghi dove avverranno le consultazioni;

b)   Sovraintende allo svolgimento dei lavori fino alla conclusione delle operazioni di voto e di scrutinio;

c)    Pubblica nelle forme più visibili il presente regolamento;

d)   Si fa carico di fornire la modulistica necessaria alla presentazione delle candidature;

e)   Pubblica la lista dei candidati ammessi o non ammessi;

f)    Nomina i presidenti dei seggi ed i relativi scrutatori consegnando la modulistica necessaria all’esercizio del voto;

g)   Proclama il vincitore delle primarie che abbia ottenuto la maggioranza relativa dei voti validi.

 

Articolo 5

Comitato Nazionale per le Primarie

Viene istituito un comitato Nazionale che ha la competenza esclusiva a decidere in via definitiva sull’ammissibilità delle candidature e interviene in tutti i casi di contestazione emersi nello svolgimento delle operazioni e non risolti dal Comitato Territoriale di cui al precedente articolo. Il comitato elettorale è presieduto dal Segretario Nazionale e composto  dai Coordinatori Nazionali,  e dai responsabili dei settori degli enti locali, dell’organizzazione e delle adesioni.

 

Articolo 6

La Campagna Elettorale

La campagna elettorale procede fino al giorno precedente il giorno delle primarie. I candidati iniziano insieme la campagna elettorale con una manifestazione pubblica dove verranno presentati dal presidente del Comitato organizzatore  per  illustrare le proprie tesi. I candidati si impegnano pubblicamente a sottoscrivere quanto previsto dall’articolo 1 del presente regolamento.

Analoga iniziativa è prevista per la chiusura della campagna elettorale dove ugualmente i candidati, in una manifestazione pubblica, confermano l’impegno per il candidato vincitore.

L’etica della campagna elettorale deve essere improntata a una competizione leale, gli impegni economici relativi alla campagna elettorale devono essere riconducibili a un principio di sobrietà e trasparenza

 

Articolo 7

Le modalità di voto

 

Le votazioni si svolgono in una sola giornata. Il numero dei seggi da costituire dovrà tenere conto del numero degli aventi diritto e in ogni caso prevedere almeno un seggio ogni 10.000 aventi diritto (ad eccezione delle aree metropolitane e delle Regioni).

Il voto è segreto. Ogni elettore può votare una volta sola ed esprimere una sola preferenza. La votazione avviene tramite consegna della scheda ed il voto da parte dell’avente diritto all’interno di un’urna elettorale.

Ogni elettore dovrà essere identificato attraverso l’esibizione di un documento di identificazione personale, valido ai sensi di legge.

Le primarie si tengono con sistema maggioritario semplice (vince chi ha un voto in più). Se nessun candidato supera il 30% dei votanti la scelta spetta all’ufficio di presidenza del partito secondo le norme dello statuto e del regolamento.

 

Articolo 8

Primarie di Coalizione

Qualora alle votazioni partecipino altri partiti o liste civiche, le norme contenute in questo regolamento dovranno essere concordate con questi altri soggetti e potranno essere conseguentemente modificate d’intesa con il Segretario Nazionale del partito.

In caso di primarie di coalizione i Comitati di cui all’articolo 4 e 5 saranno ampliati ad una rappresentanza dei partiti alleati.

  

Articolo 9

Norma Transitoria

In deroga al precedente articolo 3, tenuto conto della necessità di celebrare le elezioni primarie per il Comune Capoluogo di Frosinone il 29 gennaio p.v., la presentazione delle candidature alla carica di Sindaco dovrà avvenire, limitatamente per questa consultazione, tra il 12 e il 18 gennaio 2012, mentre la relativa Campagna Elettorale si svolgerà dal 19 al 28 gennaio 2012.

Ogni eventuale ulteriore rettifica sarà concordata con il Comitato Nazionale per le Primarie .


On. Mario Valducci

 

(primariefrosinone.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *