A Christmas coupon

By Redazione

dicembre 17, 2011 Cultura

Natale di crisi? Niente paura. Sotto l’albero arriva il coupon salva-portafoglio. Sempre più italiani scelgono di fare acquisti on-line, e sempre di più optano per la convenienza delle offerte “a tempo” nate per far incontrare in rete domanda e offerta ai prezzi più bassi e competitivi possibili.

Il metodo dei coupon conviene all’utente, che può risparmiare fino a più del 70% sul costo originario del prodotto acquistato, ma conviene anche al venditore, che può permettersi di abbattere i prezzi delle merci o dei servizi offerti proprio grazie al gran numero di acquirenti che se li accaparrano. Il “segreto” di questo volano virtuoso, infatti, sta nel fatto che il venditore può scegliere la soglia minima di acquirenti necessaria ad attivare l’offerta a prezzo scontato e, dall’altra parte, i potenziali compratori sono invogliati all’acquisto in forza del notevole sconto applicato.

Attualmente i due più grandi social network del coupon sono Groupon e Groupalia, ciascuno dei quali vanta in tutto il mondo milioni di utenti iscritti alle newsletter dove, a cadenza giornaliera, si lanciano le offerte del momento:  dalle cene alle vacanze, passando per abbigliamento, accessori, hi-tech, articoli sportivi e persino prodotti per il benessere e la cura della persona. Ma non solo: qualche mese fa aveva fatto scalpore negli Stati Uniti l’offerta speciale della National Luis University di Chicago, che su Groupon aveva messo in palio addirittura un master a metà prezzo. Nel nostro paese il sistema dei coupon sta facendo la fortuna soprattutto dei nuovi esercenti (ristoratori, hair stylist ed estetiste in testa a tutti), che puntano su un’offerta iniziale a prezzo stracciato per farsi conoscere dalla potenziale clientela ed accattivarsene le simpatie per il futuro. 

Il colosso del settore è sicuramente lui, l’americano Groupon: presente in 43 nazioni con oltre 83 milioni di iscritti e più di 50mila partner commerciali, dal 2008 (anno di nascita) ad oggi ha venduto oltre 30 milioni di coupon. In Italia, anche se la “moda” del coupon è approdata soltanto negli ultimi due anni, ha già mietuto centinaia di migliaia di fedelissimi proseliti dell’e-shopping a basso costo. Per le shopaholic nostrane è diventata una mania, un’impellenza da soddisfare comodamente a domicilio. Per riempire la sporta senza svuotare troppo il borsellino ora basta un pc connesso ad internet e una stampante. E il periodo delle feste, manco a dirlo, è una manna dal cielo anche per le compere on-line.

Inutile sottolineare come, in tempi di crisi, questo particolare genere di web shopping sia passato dall’essere una moda da social media al diventare un eccellente escamotage per coniugare il rito dei regali natalizi con le sempre più esigue disponibilità economiche. E se a Natale come per tutte le ricorrenze importanti quel che conta è il pensiero, per levarselo senza troppi sacrifici bastano un clic e il coupon giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *