La Corte salva Formigoni

By Redazione

novembre 14, 2011 politica

Dobbiamo ringraziare Roberto Formigoni, e il suo collega Roberto Cota, presidente della regione Piemonte, per essere stati al centro della poco edificante vicenda della raccolta di firme false per la presentazione di liste proprie, o di sostegno, alle scorse elezioni regionali.

L’infinita diatriba che li ha visti protagonisti infatti è stata risolta in maniera più che salomonica dalla Corte costituzionale che ha respinto i rilievi di incostituzionalità sollevati dal Consiglio di stato sulla legge del 2010, istitutiva della nuova procedura amministrativa, laddove impedisce, nelle more di un giudizio, di promuovere incidente di falso da parte del tribunale amministrativo di prima o seconda istanza. Superiori esigenze di garantismo e di unitarietà del giudizio, secondo la Consulta, mettono in ombra le ragioni di un processo più celere nell’accertare se le procedure elettorali siano state o meno viziate dal reato di falso. E questo sebbene due persone a Torino siano già state condannate in primo grado per il medesimo reato. I giudici costituzionali fingono anche di credere che tale accertamento possa essere svolto in tempi ragionevoli durante un processo civile senza che si ricorra all’incidente probatorio in sede amministrativa.

Onore quindi a Cota e a Formigoni, per salvare i cui regni il relatore della sentenza, il presidente Alfonso Quaranta, ha messo nero su bianco che “il valore della effettività della tutela nell’ambito del contenzioso amministrativo in materia elettorale va dunque preservato, quanto al vincolo della pregiudizialità che scaturisce dall’incidente di falso, nel più ampio contesto delle esigenze di certezza che la soluzione di quell’incidente ragionevolmente postula, non potendo tali esigenze essere (questa volta sì irragionevolmente) totalmente premesse a vantaggio di una ipotetica maggiore speditezza del procedimento”. Ipotetica? Ma in che pianeta vive il presidente della Corte costituzionale? Quando ci sarà una sentenza di primo grado in sede civile sulle firme false, come minimo sarà passata quasi tutta la legislatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *