La primavera è donna

By Redazione

ottobre 23, 2011 Esteri

La primavera araba è destinata a mostrare tutti i propri limiti. Dopo l’allegra e colorata rivolta, un po’ cruenta e un po’ no, delle popolazioni che si affacciano sul versante meridionale del Mediterraneo, sta arrivando il tempo della transizione. Il nuovo governo egiziano strizza l’occhio a Teheran e flirta con la causa palestinese, versante Hamas. È dell’altro ieri la diffusione di un agghiacciante video (lo trovate qui, ma attenzione alla crudezza delle immagini) nel quale i latori della democratizzazione in Libia sodomizzano bestialmente Gheddafi, il leader stanato da una fogna. Diverso sembra il destino della Tunisia, che proprio ieri ha potuto scegliere tra più di cento partiti per le prime elezioni libere della sua storia. Anche se preoccupa la possibile affermazione di Ennahda, partito islamico che gode della preoccupante influenza dei Fratelli musulmani.

Vero agente di cambiamento nel sud del Mediterraneo potrebbe essere l’emancipazione della donna. Questo almeno il parere di Deborah Bergamini, parlamentare italiana e Presidente del Comitato esecutivo del Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa, che ha organizzato una due giorni per discutere sul tema alla Camera dei deputati, proprio il giorno successivo al rapimento di una cooperante italiana in Algeria. Policies e non politics per una volta nei corridoi del Palazzo, che Notapolitica seguirà in diretta sul proprio canale Twitter a partire dalle 9.45 di oggi.

Per orientarvi nel flusso dei tweet, ecco il programma della due giorni.

Lunedì 24 ottobre

9.45 Sessione d’apertura
Moderatrice: Deborah BERGAMINI, Parlamentare italiana, Presidente del Comitato esecutivo del Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa (Italia)
Relatori:
Antonio LEONE, Vice Presidente della Camera dei deputati (Italia)
Franco FRATTINI, Ministro degli Affari Esteri (Italia)
Maud DE BOER-BUQUICCHIO, Vice Segretario generale del Consiglio d’Europa (Paesi Bassi)
Mevlüt ÇAVUSOGLU, Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (Turchia)
Jorge SAMPAIO, Alto Rappresentante dell’ONU per l’Alleanza delle Civiltà (Portogallo)

10.30 Prima sessione: “Le donne agenti di cambiamento politico
Moderatore: Luigi VITALI, Parlamentare italiano, Presidente della delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Italia)

Relatori:
Mbarka BOUAIDA, Presidente della Commissione Esteri della Camera dei Rappresentanti (Marocco)
Fatima CHELLOUCHE, Vice Presidente della Commissione dei Diritti della Donna nei Paesi euromediterranei dell’Assemblea Parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo (Algeria)
Abdulhafed GADDUR, Ambasciatore di Libia in Italia (Libia)
Huda El Abdelaziz Muhamed, attivista politica (Libia)
Dubravka Šuica, Vice Presidente del Congresso delle Autorità Locali e Regionali del Consiglio d’Europa (Croazia)
Hande ÖZSAN BOZATLI, membro del Congresso delle Autorità Locali e Regionali del Consiglio d’Europa  e Vice Presidente del Consiglio provinciale di Istanbul (Turchia)

Dibattito

14.30 Seconda sessione: “Le donne agenti di sviluppo economico e sociale”
Moderatrice: Gabriella Battaini-Dragoni, Direttrice generale per il coordinamento dei Programmi del Consiglio d’Europa

Relatori:
Manal TABET, Rappresentante di Anima Investment Network (Egitto)
Sergio D’Antoni, Parlamentare italiano, co-Presidente del Gruppo di lavoro sulla trasformazione del FEMIP in Banca mediterranea per lo sviluppo, membro dell’Assemblea Parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo (Italia)
Nursuna MEMECAN, membro dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Turchia)
Elodie SERVANT, Responsabile dell’Osservatorio euro-mediterraneo per l’uguaglianza donne-uomini della Fondazione delle Donne per il Mediterraneo (Francia)
Zeynep DERELI, Direttrice del Forum dell’Energia e Economia del Mar Nero del Consiglio Atlantico (Turchia)
Gian Maria PICCINELLI, Professore di diritto comparato, specialista di diritto musulmano, Seconda Università di Napoli (Italia)

Dibattito

16.00 Terza sessione: “Le donne agenti di cambiamento nella vita familiare e privata”
Moderatrice: Souad Sbai, parlamentare italiana, Presidente dell’Associazione delle Donne Marocchine in Italia

Relatori:
Marit Flo JØRGENSEN, Rete euro-mediterranea dei Diritti Umani (Danimarca)
Hibaaq OSMAN, Presidente di Karama (Egitto)
Khéloudja KHALFOUN, militante in favore dei diritti delle donne e avvocato ad Algeri (Algeria)
Finola FLANAGAN, Vice-Presidente della Commissione di Venezia (Irlanda)

MARTEDÌ 25 OTTOBRE

9.30: Sessione Speciale: “Le elezioni in Tunisia”

Moderatore: Mohamed Aziza, Professore, Direttore Generale dell’Osservatorio del Mediterraneo (Tunisia)

Relatori:
Anne Brasseur, membro della Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Lussemburgo)
Sondès BEN KHALIFA, giornalista radiofonica e  blogger (Tunisia)

Dibattito

10.30: Quarta sessione: “I media come strumenti di promozione della donna”
Moderatore: Gennaro Malgieri, Parlamentare italiano, membro dell’Assemblea Parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo, membro della Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, giornalista (Italia)

Relatori:
Proiezione del cortometraggio “Il gelsomino e la mimosa”, della COPEAM
Zeina EL TIBI, Giornalista. Capo Redattrice della rivista  Al Ayam (Beirut) e Presidente dell’Osservatorio di studi geopolitici di Parigi (Libano)
Alessandra PARADISI, Segretario generale, COPEAM (Italia)
Sylvie BRAIBANT, Capo Redattrice del programma “Terriennes”, TV5 Monde (Francia)
Sayda CANEPA, Giornalista per NTV News Channel Turkey (Turchia)

Dibattito

12.00 Sessione conclusiva: “L’evoluzione dello status della donna”
Moderatore: Denis Huber, Direttore esecutivo del Centro Nord Sud del Consiglio d’Europa (Francia)

Oratori:
Mara Carfagna, Ministro per le Pari Opportunità (Italia)
Nouzha Skalli, Ministro dello Sviluppo sociale, della famiglia e della solidarietà (Marocco)
Souad BENDJABALLAH, Ministro con delega presso il Ministero dell’Istruzione superiore e della ricerca scientifica (Algeria)
Cecilia ATTARD-PIROTTA, Vice Segretario generale, Unione per il Mediterraneo (Malta)
Luca VOLONTÉ, Parlamentare italiano, Presidente del Gruppo PPE dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Italia)
José MENDES BOTA, Presidente della Commissione Pari Opportunità dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (Portogallo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *