No Bisi no Party

By Redazione

giugno 26, 2011 politica

“Do you know Bisignani?”, perchè se non lo conosci non sei nessuno. Chiedetelo a Michela Vittoria Brambilla che, ‘colpevole’ di non rientrare nella “presunta sfera di influenza” del faccendiere, ha ricevuto da lui l’appellativo di “mignotta”. Sgarbato il ‘Bisi’ che invece, a sentir le campane di questi giorni, ha fatto del bene a tanta gente, compreso Vittorio Feltri a cui consigliò “tre pastiglie di Normix al dì” per un problema all’intestino. L’inchiesta P4 ha aperto le danze, scatenato i curiosi, scoperchiato una vaso di Pandora colmo di gossip e intrighi ad uso e consumo di una carta stampata avida di nomi da sparare in prima pagina.

Gogna mediatica? Può darsi. Intercettazioni irrilevanti? Moltissime, o comunque la gran parte di quelle urlate ai quattro venti nelle ultime settimane dove, tra l’altro, si è infittita pure la curiosità dei bambini che chiedono: “mamma cos’è un faccendiere? Posso farlo anch’io da grande?”. Mestiere difficile, quello dei genitori. Nel frattempo in tv scorrono le immagini degli illustri intercettati, tutti insieme: gli indagati, i semplici ‘informati dei fatti’ e coloro che parlarono una sola volta con il buon Gigi. Fatti salire sul carrozzone della procura, con un cast degno dei più blasonati red carpet, si ritrovano alla berlina accanto ai veri burattinai di una rete oscura di favori e intrighi inquietanti. D’altronde Bisi parlava con tutti: pesci grandi e piccoli, ministri e parlamentari, giornalisti e uomini dello spettacolo: il suo telefono squillava sempre e la sua voce apriva parecchie porte.

Nel gigantesco reality dai riflettori divoranti non potevano mancare politici di alto rango. E allora ecco le ministre Carfagna, Gelmini e Prestigiacomo, la deputata Pdl De Girolamo, la pasionaria Santanchè, il finiano di ferro Bocchino, il redento Ronchi, il segretario Udc Cesa, il ministro Fitto, il numero uno degli esteri Frattini, senza dimenticarci dell’evergreen Mastella. Se non bastasse questa lista, il sito di Skytg24 ha redatto una vera e propria classifica di “chi parlava di più con Bisignani”. La prossima mossa? Chissà, magari il televoto per scoprire quale, tra i potenziali diffamati, fosse il più sentimentalmente affine con Bisignani.

In attesa di Shakira, Pitbull e compagnia cantante, dobbiamo accontentarci del tormentone “Bisi and friends”. Anche perché la novità è sempre dietro l’angolo e il nome più rumoroso di quello appena urlato può uscire da un momento all’altro, come dimostrano gli sviluppi delle ultime ore secondo cui sarebbero coinvolti i vertici della Guardia di Finanza. Sappiamo pure che al matrimonio della Carfagna, 240 invitati, c’erano molti “protagonisti” politici della vicenda. Protagonisti che, nozze a parte, arrivano anche dalla società civile come l’.a.d. di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, il giornalista Roberto D’Agostino, l’ex d.g. Rai  Mauro Masi, il presidente dell’ADN Kronos Pippo Marra e il decano dei presentatori Pippo Baudo che si difende: “non sono una nullafacente diventata ministro, non sono stato fatto generale, semmai sono stato degradato”. Avanti c’è posto, chi sarà il prossimo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *