Zack e Miri fanno un porno

By Redazione

maggio 22, 2011 Cultura

“Zack e Miri – Amore… a primo sesso”, è una commediola divertente al di là del titolo (“Zack e Miri make a porno” è quello originale) e delle polemiche. L’idea che due precari sfigati che vivono in una casa insieme e neanche riescono a pagare le bollette possano farsi venire l’idea di fare gli auto-produttori di un film porno non è affatto male. Chiara anche la trama conseguente: gli amici in questione, quelli  che “sesso mai sennò si rovina tutto tra noi due”, Zack e Miri per l’appunto, poi scopriranno insieme l’amore.

Il film è tutto giochi di parole e battute scollacciate per cui l’inglese sottotitolato rende meglio. Tranne che per una singola battuta esilarante, doppiata con intelligenza, che, rispetto a una star del porno gay e di un titolo parodia, come è nello stile dell’industria cinematografica del porno, se ne esce con questa boutade: “Arma rettale”. Per il resto il regista Kevin Smith (lo stesso di “Clerks” e “Dogma”) in 102 minuti riesce a metterci un po’ di tutto. E i due protagonisti Seth Rogen, Zack, e Elizabeth Banks, Miriam o Miri, sono all’altezza della situazione. C’anche una guest part della porno star vera Traci Lords e insomma la cosa sembra cogitata apposta per fare parlare, male, di sé. Ma in realtà il film è pieno di riferimenti e citazioni sul modello degli Scary movie.

Le riprese del film sono iniziate a Pittsburgh il 16 gennaio 2008 e si sono concluse il 12 marzo 2008. Numerosi sono i riferimenti culturali proprio alla città della Pennsylvania, dove gran parte del film è stato girato nel quartiere di Monroeville. Al Monroeville Mall, centro commerciale del quartiere, è stata girata una scena con Tom Savini; lo stesso centro commerciale è stato luogo delle riprese di Zombi di George A. Romero, di cui Savini ha curato gli effetti speciali. I protagonisti del film sono Seth Rogen ed Elizabeth Banks, ma inizialmente il ruolo della protagonista femminile era stato scritto e pensato per Rosario Dawson, ma l’attrice non poté accettare il ruolo a causa dei suoi impegni precedenti con il film “Eagle Eye”.

Al cast si sono aggiunti l’amico fidato di Smith il regista, Jason Mewes, e l’ex pornostar Traci Lords. Gli attori Justin Long e Brandon Routh appaiono nel film, interpretando un porno attore gay e il suo compagno. Brandon è quello che fa la battuta sui titoli dei film porno poi doppiata in italiano con “Arma rettale”.  La locandina del film, pubblicata nel settembre 2008, mostra i due protagonisti in “split screen” mentre entrambi eseguono sesso orale. La locandina è stata vietata nelle sale statunitensi da parte del MPAA, Motion pictures association of America, ed è stata utilizzata solamente in Canada. Per il mercato statunitense è stata pertanto creata una apposita locandina realizzata con disegni stilizzati, spiegando come questa sia l’unica immagine possibile da mostrare. In Italia, usando la stessa locandina stilizzata degli Usa, si è aspettato due anni prima che la M2 pictures provasse a distribuire il film. E si può stare sicuri che anche qui le polemiche non mancheranno. Ma in realtà il tutto è assolutamente in chiave auto ironica, per cui chi farà finta di scandalizzarsi lo farà solo strumentalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *