Letizia 2.0

By Redazione

maggio 22, 2011 politica

“Quanta fretta ma dove corri, dove vai?”, canterebbe Edoardo Bennato al sindaco Moratti che in questi giorni macina chilometri, mercati e rioni in vista del ballottaggio. La stessa donna Letizia che, appena qualche settimana fa, aveva onorato il cantautore napoletano dal palco del Palasharp inscenando un timido balletto sulle note di “Viva la Mamma“, per un video che ha fatto rapidamente il giro del web. Ah giusto, il web. L’ultima frontiera del consenso è stata scoperta con lieve ritardo dal sindaco uscente che, aspettando le elezioni, aveva prediletto il più sofisticato (e meno populista) Twitter.

Ma la debacle al primo turno ha imposto un impegno ancora più versatile all’entourage di Donna Letizia che, ripreso in corsa il guru della comunicazione Paolo Glisenti, si è deciso a piantare una bandierina su Facebook dopo che per settimane la pagina ufficiale del sindaco è stata impolverata e semivuota. Durante la campagna elettorale in vista del 15-16 maggio, lo spazio della Moratti sul social network più blasonato del pianeta contava poco più di mille fan, un appeal bassissimo e sparuti aggiornamenti. Nel frattempo “Chuck Norris” Pisapia imperversava su Facebook usurando una pagina che oggi conta quasi 55mila seguaci. Poi, tutto è cambiato, almeno per Letizia. Basta con l’austera immagine della donna algida e perfettina, magari snob e distante dalla vita reale. L’imperativo categorico dello staff morattiano è stato recuperare il contatto con la città e i giovani. Partendo proprio dal web.

Ed ecco che in pochi giorni la pagina Facebook della Moratti ha cambiato pelle: nuove foto, video e iniziative interattive sono sbocciati come d’incanto per coinvolgere gli elettori del web. In una manciata di ore la scrivania virtuale di donna Letizia è arrivata a quota 22.400 fan scatenando anche i dubbi di qualche scettico che, sulla pagina del sindaco, ha snocciolato la sua teoria circa “pacchetti di utenti acquistati da detentori di account fake” per far lievitare il numero di supporters del sindaco. Complottisti a parte, il cambio di strategia è apparso frettoloso ma piuttosto netto, con il fiore all’occhiello del “mirispondi.it“: nuova piattaforma attraverso cui la Moratti risponde, in tempi rapidi, alle domande poste dagli internauti.

La rivoluzione 2.0 di Donna Letizia ha destato una certa sorpresa tra gli osservatori e non si è rivelata immune da critiche e rimbrotti che il popolo dei social network dispensa costantemente sulla pagina del sindaco uscente. Poi c’è l’ironia, quella involontaria suscitata dai tweet finto-spensierati della diretta interessata e quella graffiante degli utenti. Scriveva sabato lo staff del sindaco su Facebook: “Mentre Letizia Moratti si sposta tu puoi farle una domanda”, passa un minuto ed ecco il primo commento: “Mentre sta ferma è un casino, dici?”. Neanche a farlo apposta, era il nostro Pietro Salvatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *