YouCav

By Redazione

aprile 28, 2011 politica

Silvio Berlusconi fa il pieno d’ascolti e questa volta Mediaset non c’entra nulla. Il ringraziamento (si fa per dire) deve andare a Michele Santoro e al suo Annozero che qualche giorno fa ha pubblicato un fuori onda del Cav dopo il derby Milan-Inter. Circostanza in cui il premier ha sciorinato una barzelletta a sfondo sessuale sulla segretaria, prontamente mandata in video dal programma di Rai Due e accompagnata dai sottotitoli per rendere il tutto più fruibile agli spettatori. La scenetta, inutile a dirlo, ha fatto il giro del web raccogliendo migliaia di commenti, tra l’indignato e il divertito, registrando oltre 450mila visualizzazioni su Youtube e 90mila sul sito Rai.

Un vero e proprio boom che non avrà fatto piacere all’entourage del Cavaliere ma che, allo stesso tempo, non ha provocato danni epocali all’immagine del Premier. Silvio Berlusconi è così. Prendere o lasciare, dicono alcuni, con quel bagaglio di motteggi, facezie e battute (qualcuna fin troppo sconcia) che fanno la gioia di chi si trova accanto a lui con telecamera e microfono. L’ennesimo video con barzelletta impazza da giorni su Facebook e Youtube: tanti clic ma nessun patatrac come invocava qualche internata.

In più, come fa notare Enrico Mentana nel suo tg, la battuta “non è inedita perché già raccontata da Berlusconi durante un suo viaggio in Brasile nel giugno del 2010”. Scoop smontato in quattro e quattr’otto. Agli osservatori web non resta che consultare l’ormai sterminato archivio di barzellette del Cav, ognuna partorita in una location diversa: c’è quella detta ai cronisti in strada, l’altra declamata in uno studio televisivo, ma la maggior parte del repertorio viene sfoderato durante congressi e meeting di partito dove il Cavaliere strappa applausi a volontà. I protagonisti delle “short stories” sono i più disparati:  da Rosy Bindi (con bestemmia inclusa) a Hitler, passando per il Duomo, i poliziotti e gli ebrei.

Una delle ultime, quella sul contadino e la mela, ha fatto un gran clamore anche perché raccontata ai sindaci campani in una sala di Palazzo Grazioli. Soddisfatti gli internauti è arrivato il turno dei negozianti. Come quello che martedì, dopo il vertice Italia-Francia con Sarkozy, si è ritrovato Silvio Berlusconi all’interno della sua farmacia a Roma. E il premier ha colto la palla al balzo per concedere l’ultima perla: “Un signore entra in farmacia e tutto preoccupato dice: dottore, dottore ho i denti gialli, cosa devo fare? Sì metta una cravatta marrone – risponde il farmacista interpretato dal Cav – e starà benissimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *