In fuga dal futuro

By Redazione

aprile 26, 2011 politica

La firma di Gennaro Malgieri sull’editoriale apparso ieri su FareItaliaMag è di quelle che non passano inosservate. Il magazine online degli ursiani, infatti, finisce per ospitare un pezzo che potrebbe raccontare molto di più di quello che sta scritto nero su bianco. Non è un mistero che Malgieri sia considerato, a torto o a ragione, uno dei pontieri tra l’ala moderata dei finiani e gli ex Alleanza Nazionale rimasti nel Pdl e un appello come quello vergato per il giornale telematico di FareItalia è un sintomo importante del clima che si respira nel centrodestra italiano.

Il pezzo non dice niente che già non si sapesse del Malgieri-pensiero, ma ribadirlo oggi, richiamandosi al valore dell’unità politica delle destre, ha un peso doppio. All’inizio a dividersi fu il centrodestra, con Berlusconi-Fini-Bossi da un lato e Casini dall’altro. Poi toccò ai cofondatori, con il Cavaliere che mette alla porta il Presidente della Camera e questo che fonda un suo partito. Alla fine, nemesi che più nemesi non si può, si spaccano anche i futuristi: moderati contro intransigenti, Urso contro Bocchino, pompieri contro incendiari. Non è finita, perché la telenovela regala un colpo di scena fuori tempo massimo e le cronache recenti ci raccontano di un Pdl in cui volano stracci e coltelli: c’è la fronda anti-Tremonti, ma c’è anche la guerra intestina tra ex forzisti delusi e aennini che non si riconoscono in La Russa. Una matassa in cui ritrovare il bandolo sembra essere impresa sempre più ardua.

E, proprio quando le correnti intestine sembrano emergere con più forza, è tempo per affidarsi ai mediatori: uomini moderati, dal pensiero fine, capaci di mediare e fare sintesi anche ad oltranza. L’identikit perfetto di Gennaro Malgieri, insomma, con un solo grosso dubbio da fugare: quando parla di unità e di dismissione degli steccati, auspica un ricongiungimento sotto il cappello del Popolo della Libertà o lascia intendere che c’è una nuova Alleanza Nazionale in vista?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *