GF11, finale già scritto. Anzi, no

By Redazione

aprile 18, 2011 Cultura

Jimmy Barba, 40enne che maschera evidenti problemi evolutivi con una improbabile pronuncia siculo-inglese con la quale riesce a storpiare anche un banale ciao. “Abberi di aranci e fighi” riesce a dire parlando del paesello natio prima di ballare “ciuri ciuri ciuri di tuttu l’annu” a lui dedicata con le stesse mosse “Sex bomb”, canzone che gli ha dato la “notorietà”. Nella serata finale del GF11, Jimmy è il primo finalista a uscire di scena. Solo il 5% ha votato per lui. A contendersi il titolo e il montepremi restano i tre concorrenti in gara fin dal primo giorno: Andrea, Margherita e Ferdinando.

Arriva terza Margherita, con il 15% delle preferenze. La figlia del campione della pallacanestro Zanatta entra in sordina. Fa la bruttina simpatica, non perde occasione per definirsi “un cesso” con la Marcuzzi che la consola come può. Sembra parlare e ragionare un filo meglio di tutti i suoi compagni di viaggio. Inspiegabilmente, però, si fidanza uno degli esseri più imbarazzanti che hanno popolato la casa di Cinecittà… Nando! Passa giorni e giorni a insegnargli le più basilari regole della lingua italiana tra un bacio e l’altro. Cerca di riabilitarlo – e quasi ci riesce – puntando sul buon cuore e sull’ingenuità del ragazzo. E’ sicura che la sua famiglia borghese un giorno saprà apprezzarlo e benedirà questa unione. Peccato che, appena uscito, lui inizi a girare le discoteche italiane strofinandosi sui più squallidi personaggi femminili che gli capitano a tiro. Fino a rilasciare una delirante intervista alle Jene. E allora lei che fa? Si consola con l’amicizia della romana Guendalina. Coatta, perfida, sguaiata per tutti, sincera e leale per Margherita. Anche lei, appena uscita, la ripaga con immotivate dichiarazioni di guerra malgrado le avesse promesso metà del montepremi in caso di vittoria. Errare è umano, ma a un certo punto te le vai cercare… e il pubblico non perdona.

Restano Andrea e Ferdy. L’italo-giapponese regge per qualche settimana. Sembra, oggettivamente, il più equilibrato. Quasi senziente se paragonato ai suoi compagni d’avventura. Parla poco, pulisce, non sbava dietro alle compagne nude e almeno un paio di volte al giorno insaponate sotto la doccia. Del resto lui fa il modello, è cosmopolita ed è perdutamente innamorato della sua fidanzata-modello/modella. Ma ecco che dopo un paio di settimane di messaggi d’amore eterno viene a galla il bellimbusto bulgaro con il quale la ragazza lo tradiva regolarmente da mesi. Lui crolla, e non solo emotivamente. Inizia a parlare, tanto e a vanvera. E viene stracciato nel confronto facia a faccia con l’avversario. Più bello e più misurato nei modi, anche se non sembra il nipote Einstein, il modello bulgaro lo annienta nel ragionamento. Arriva a ribattere: “Ma come, c’era scritto sullo status di Facebook che lei era fidanzata….” sembra la sceneggiatura di Zoolander. Stanco di piangere, dopo un paio di puntate finisce a ricoprire il ruolo di dopo-Nando, il decerebrato di Ariccia, con Margherita che fa pure la difficile e lo tratta come un appiccicoso zerbino. Deludente, e comunque non sembra mai esserci stata storia contro Ferdinando.

Ferdinando, il figlio del camorrista. Fin dall’inizio la Storia del GF11. Come fu quella di un altro Ferdinando vincitore, l’albanese figlio di rom riabilitato della nona edizione. Ha lavorato per affrancarsi da una vicenda familiare difficile, ha detto no alla malavita, ha voltato pagina senza perdere l’amore e il legame con la sua famiglia. Si fidanza subito con Angelica e fanno fronte comune alle invidie e al sospetto dei coinquilini. Fin dalle prime settimane è il preferito del pubblico e resta immune alle nomination per mesi interi. Unico cedimento, i continui rifiuti della sua bella a consumare sotto la “capanna dell’amore”. Ma resiste. Piange a dirotto quando gli mostrano i frammenti della sua vita passata ma è fedele alle sue scelte e ora segue il suo sogno d’amore. Persino quando lei esce, lui non molla e non barcolla. Non cede a tentazioni, rimane fedele alla sua ragazza e a se stesso. Come da copione. E come da copione vince lui.

Anzi, no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *