Il figlio del vento contro l’onda

By Redazione

aprile 12, 2011 Esteri

Carl Lewis, uno dei più grandi atleti di tutti i tempi con nove medaglie olimpiche conquistate e tre record mondiali battuti, alla soglia dei 50 anni scende in politica. Il “figlio del vento” ha deciso infatti di candidarsi tra le fila democratiche per conquistare il seggio dell’ottavo distretto del Senato dello stato del New Jersey, ora occupato dalla senatrice repubblicana Dawn Addiego.

“Sono sempre stato un libero pensatore e voglio mettere la mia esperienza a disposizione del prossimo”, risponde Lewis a chi gli chiede cosa lo ha spinto a candidarsi. L’ex atleta giura di dedicare la propria azione politica in favore degli anziani e dei bambini più sfortunati. E’ sicuro di potercela fare (“quando corro lo faccio sempre per vincere”), in un distretto che a livello nazionale è solidamente democratico, ma che a livello locale elegge spesso repubblicani come, appunto, la Addiego, oppure Scott Rudder alla Camera statale.

I Democrat scelgono quindi di candidare una icona dello sport per poter riuscire a sorridere di nuovo in New Jersey. Dopo le ultime deludenti tornate elettorali puntano su un candidato con un profilo ben delineato. Nero, gay (?), alto e muscoloso; nello Stato in cui spopola un bianco e robusto (per usare un eufemismo) uomo repubblicano. In New Jersey il Governatore dello Stato infatti è Chris Christie, astro nascente – e sovrappeso – della destra americana che strizza l’occhio al movimento dei Tea Party. Alcuni opinionisti hanno (forse frettolosamente) accostato la “figura vincente” di Carl Lewis a quella di Barack Obama; ma prima di azzardare qualsiasi paragone, Lewis deve riuscire ad essere eletto senatore nel New Jersey di Christie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *