Il centrodestra è morto. E noi, di gridare “viva il centrodestra”, proprio con ce la sentiamo. Un’intera area politica è stata letteralmente spazzata via da uno tsunami fatto di personalismi, piccole ambizioni e totale assenza di visione. Ci sarebbero bastate le elezioni, come orizzonte, invece anche quello pare essere

Read More...

“In merito alle previsioni di crescita del Pil, nel Def abbiamo messo 0,5%. Ho visto che Confindustria scrive +2% ma mi sembra irrealistico. Ma se, tra 0,5% e 2%, fosse l’1%, avremmo 8 miliardi in più da spendere”. Matteo Renzi, ospite a Porta a Porta, ha appena spiegato, plasticamente, che

Read More...

La stampa italiana non gode di particolare credito, ma a furia di ripetere alcuni concetti è probabile che la gente finisca col farsi influenzare da certe sparate. Nel novembre del 2011 la parola d’ordine era “sobrietà”, incarnata nel loden di un Mario Monti appena sbarcato a Roma per assumere

Read More...

L’elezione di Sergio Mattarella e il processo politico con cui l’ex Ministro della Difesa è arrivato al Quirinale certificano, se mai ve ne fosse il bisogno, che il centrodestra vive una fase estremamente complicata: politicamente debolissimo e sostanzialmente irrilevante. La prima debolezza è quella del partito principale. Forza Italia

Read More...

Non mi piace scrivere di cose tanto vaghe e labili che finiscono per contraddire, poco dopo, ogni tuo pensiero. Sono troppo pigro. Ma qui la faccenda si fa interessante e vale la pena rischiare di dire sciocchezze: allora vediamo se ho capito o se verrò presto smentito. Berlusconi ha

Read More...

Rete Liberale punta su di lui. Sul suo essere “semplicemente” liberale. “Antonio Martino, I suppose”: per chi vuole continuare a combattere l’oppressione fiscale, giudiziaria e burocratica. Per chi vuole un’Italia più libera e meno statalista, con più spazio per le libere scelte personali, meno fisco, meno burocrazia, meno divieti, meno restrizioni

Read More...