Quindi sembrerebbe che i famosi 80 euro di Renzi siano stati un blufflop, cioè un incrocio tra un gigantesco bluff e un inevitabile flop. L’ha detto il Presidente di Confcommercio, Sangalli, qualche settimana fa; l’ha dovuto ammettere il ministro Del Rio in una recente intervista: “Pensavo francamente che avessero più effetto”. Amen.

Read More...

La mattina del 24 luglio scorso il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan avrà sgranato gli occhi nel leggere l’intervista che il suo premier Matteo Renzi aveva concesso al giornalista americano Alan Friedman sulle pagine del Corriere della Sera. Sarà rimasto incredulo soprattutto a quel passaggio dove diceva Renzi: «Che

Read More...

Anche se sono pochi, al meno per ora, ad essersene accorti, Renzi è la peggiore iattura che questo Paese potesse augurarsi. Sul solco del populismo di un Berlusconi imbolsito dal potere e da una corte di biechi approfittatori e sfiaccato dalla resistenza di giornali e magistrati, Renzi – cambiando

Read More...

Il processo Ruby passerà alla storia non solo per l’assoluzione di Silvio Berlusconi, ma perché con esso partì, mediaticamente, l’operazione “Bunga Bunga”: una delle più incredibili campagne diffamatorie mai costruite a tavolino contro un leader democraticamente eletto. Quella che era solo una barzelletta che Berlusconi amava raccontare in pubblico

Read More...

Due giorni fa Bankitalia ha affermato che nel 2014 il Pil crescerà di un +0,2%, ma mette le mani avanti affermando che potrebbe essere peggio. Il governo Renzi ha annunciato un +0,8% ma nessun analista serio crede più raggiungibile questa soglia. L’Istat, infatti, certifica che nel secondo trimestre 2014

Read More...

L’assoluzione in appello di Berlusconi per il caso Ruby non dovrebbe indurre a tanti festeggiamenti per la giustizia italiana. Anzi, è la dimostrazione che proprio la giustizia è stata usata politicamente nel modo più spregiudicato, cinico, senza riguardo per il destino di un Paese intero. La demolizione di Berlusconi

Read More...

Mi fa piacere trovarmi in compagnia (tra gli altri) di Antonio Martino, Giuseppe Moles, Cristina Missiroli, Arturo Diaconale, Adriano Teso, Raimondo Cubeddu, Francesco Perfetti e Carlo Pelanda, tra i primi firmatari dell’appello “Rivolta l’Italia“. Per un centrodestra che “deve tornare ad essere un’Idea e non una Parte, un progetto

Read More...

Siccome pare essere diventato lo sport nazionale, sceglieremo come al solito di stare in minoranza. Alessandro Cattaneo ha perso le elezioni a Pavia da meno di 48 ore e già gli aspiranti politologi del centrodestra stanno provando a ipotizzare le ragioni, vere o presunte, della formattazione del formattatore. L’accusa

Read More...

Ricostruire il centrodestra non sarà facile. Ricostruirlo iniziando a discutere di leader, sigle, nomi è il modo migliore per condannare un intero blocco sociale e politico all’irrilevanza. Si può però ripartire dalle cose che contano: dalle idee, da una visione di centrodestra diversa da quella che i risultati elettorali

Read More...

C’è ora una Destra in Italia? Sì, nonostante la grande frammentazione dell’offerta politica e la sorprendente performance elettorale del Pd (che rimane, come ho avuto modo di segnale in un mio ultimo contributo, assolutamente minoritaria nell’elettorato italiano) l’ultima tornata elettorale ci ha mostrato che c’è una galassia tuttora viva

Read More...